Vivere, lavorare e studiare inglese a Miami

Il Messaggero di Miami – tutti pazzi per Miami

Il Messaggero di Miami – tutti pazzi per Miami

Il Messaggero di Miami vi dice cosa succede dall’altra parte del mondo, insomma tutti pazzi per Miami. Riceviamo e-mail da tutta Italia e anche da persone interessate a trasferirsi per lavoro a New York e California. Giustamente i visti di lavoro sono regolamentati dalla legge d’immigrazione federale e quindi il nostro studio legale di riferimento su Miami è in grado di aiutare tutti. Miami è il punto di riferimento per studenti, imprenditori e vacanzieri che hanno il loro pensiero rivolto verso gli Stati Uniti d’America. Miami è l’ombellico del mondo. Riceviamo e-mail anche da imprenditori svizzeri in viaggio per la Cina dove si sta svolgendo la fiera dell’elettronica, l’obiettivo dell’imprenditore svizzero è d’importare prodotti dalla Cina verso gli Stai Uniti. La sua base sarà Miami da qui la merce verrà rivenduta in tutti gli Stati Uniti e nell’America centrale. Miami è un punto di destinazione per tutti quelli che vogliono recarsi in America del Nord o del Centro.

La globalizzazione ha aperto le frontiere e sono tutti stanchi della vecchia e obsoleta mentalità professionale e lavorativa del vecchio padrone dentro al negozio. Il mondo del lavoro si sta ribellando e sta dimostrando la necessità di giovani lavoratori provenienti da altri paesi e allo stesso tempo i giovani hanno la necessità di andare a lavorare in altri paesi. Questo stile di vita che una volta era mal visto dal sistema classico europeo oggi è diventato una necessità. Negli Stati Uniti d’America il giovane studente lascia la casa dei genitori per andare al college e successivamente si trasferisce in un altro Stato dove trova l’opportunità di lavorare. La mobilità delle persone, degli studenti, dei managers e dei tecnici è simbolo che l’economia funziona. Il rimanere stabili, fissi e ancorati nel proprio posto di lavoro e città è sintomo di un sistema burocratico difficile da cambiare e restio al cambiamento. Lo stagnamento nello stesso posto di lavoro causa disagi legati al clientelismo e favoritismo. Cosa che può accadere meno frequentemente se il posto di lavoro cambia ogni 5 anni perché non si ha il tempo di stringere connessioni e l’imparziazlità di giudizio è più facile che venga attuata.

Il Messaggero di Miami promuove la città di Miami, perché? La risposta è perché a Miami ha le caratteristiche delle grandi città americane ma allo stesso tempo ha innato uno stile internazionale. Gli italiani che vivono e lavorano a Miami hanno trovato in Miami la città dove ricostruire le loro abitudini. Tutti pazzi per Miami è il titolo di oggi per ricordarvi che c’è sempre un buon motivo che spinge ad andare a visitare o a lavorare a Miami la città dallo stile di vita tra più alti d’America. Vivere e Lavorare a Miami significa dimenticarsi del cappotto, dimenticarsi delle file alla posta, dimenticarsi del traffico, avere il sole splendente 12 mesi l’anno…saluti dal Messaggero di Miami.

 

1 commento

  1. voglio lavorare in nord america cell 3294379781

    View Comment

Scrivi un commento

Disclaimer

I testi del sito contengono informazioni generiche e non sostituiscono in alcun modo l’ausilio di un avvocato. Si consiglia di rivolgersi ad un professionista per ulteriori informazioni ed assistenza.

Pubblcità

Contatti

Servizio Clienti
eMail
Chat
Pubblicità
VLMiami
Clicca qui
Entra
info@viverelavoraremiami
Customer Service
USA Mobile:
Email:

Commenti recenti

Vai alla barra degli strumenti