Vivere, lavorare e studiare inglese a Miami

Messaggero di Miami – Dai Messicani deportati a Mario Bros – il Dipartimento d’Immigrazione Americana

Messaggero di Miami – Dai Messicani deportati a Mario Bros – il Dipartimento d’Immigrazione Americana

Il Messaggero di Miami informa sul nuovo programma contro l’immigrazione clandestina negli USA. Da un articolo letto dal Miami Herald si legge del nuovo programma del Dipartimento d’Immigrazione che consiste nella deportazione fisica dei clandestini. In questo caso si parla della California e dei clandestini Messicani che nella giornata di oggi, ben 131, sono stati imbarcati su un aereo dalla città di El Paso in direzione della città del Messico. Il programma di deportazione consiste in due voli a settimana solo andata. Il Governo Americano sarà responsabile di pagare le spese per il volo verso il Messico mentre il Governo Messicano speserà i suoi cittadini dalla capitale alle loro città d’origine. Il programma di deportazione nasce su un dato di fatto relativo ai dati della disoccupazione ovvero la mancanza di prospettiva d’impiego per queste persone. Apparentemente anche i clandestini soffrono la crisi di questi anni. Diminuendo i lavori cosidetti umili aumenta il rischio di criminalità oltre che della disoccupazione. Per questo motivo vengono stabilite nuove regole d’immigrazione al passo con le necessità del paese. Il lavoro nei campi fa parte di uno di quei lavori che gli americani non vogliono più fare ed è per questo che sono stati agevolati per molti anni i cittadini stranieri provenienti dal Messico. Pensate che fu fatto un visto speciale per i Messicani che si dedicavano alla raccolta dei pomodori. Una situazione analoga avvenne nel dopoguerra quando gli Stati Uniti diedero inizio a moltissime costruzioni ma avevano scarsa manodopera. Da li venne la necessità di far arrivare manodopera specializzata per ricoprire quel ruolo fondamentale per lo sviluppo immobiliare. Gli Italiani rientrarono perfettamente in quella categoria e vennero assunti a migliaia nelle nuove costruzioni proprio perché era riconosciuta la loro familiarità con le costruzioni. Da dove crediate che provenga il famosissimo gioco della Nintendo Mario Bross? Mario e Luigi non erano altro che due muratori italiani approdati in America. Sicuramente è troppo riduttivo far risalire l’immigrazione italiana del dopoguerra alla sola necessità di avere più muratori nel proprio paese. Prendetelo solo come esempio.

 

Scrivi un commento

Disclaimer

I testi del sito contengono informazioni generiche e non sostituiscono in alcun modo l’ausilio di un avvocato. Si consiglia di rivolgersi ad un professionista per ulteriori informazioni ed assistenza.

Pubblcità

Contatti

Servizio Clienti
eMail
Chat
Pubblicità
VLMiami
Clicca qui
Entra
info@viverelavoraremiami
Customer Service
USA Mobile:
Email:

Commenti recenti

Vai alla barra degli strumenti